Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

18 giugno 2015

Segnalazione: Risotto allo zafferano, Ada Bottini


Titolo: Risotto allo zafferano
Autore: Ada Bottini
Editore: Panesi Edizioni 
Formati: epub e mobi
Lunghezza: 125 pagine
Prezzo: € 2,99
Isbn: 9788899289232
Generi: Racconti
Collana: Eris
Data di uscita: 16/06/2015


TRAMA
Racconti che parlano di vita, di morte, di guerra, di amore, di sentimenti, di sofferenza. Racconti dove l'ironia mitiga e sdrammatizza i diversi temi trattati, dove il sentimento invade prepotentemente ogni riga. Racconti che rubano un sorriso, che lasciano un gusto amaro in bocca, che fanno riflettere sulla gioia e sul dolore. Racconti che cambieranno il vostro modo di guardare il mondo.


ESTRATTO
Avevo riportato dalla spiaggia quel libro, ma mi pesava trovarmelo in casa: mi dava l'impressione di
conservare indebitamente un segreto.
L'avevo appoggiato sul mobile d'ingresso con l'intenzione di riporlo poi nella libreria, ma ancora non mi ero deciso a farlo. Non riuscivo ad appropriarmene definitivamente, lì appoggiato con noncuranza nell'ingresso aveva un'aria provvisoria, d'attesa.
Attesa di che cosa poi? Di leggerlo? Di riportarlo dove l'avevo preso? Di fare bookcrossing? Non sapevo decidermi, quell'oggetto mi metteva a disagio e soprattutto mi stimolava pensieri ossessivi che, come un tornado, mi roteavano insistentemente in testa, ciclici, senza un inizio e una fine.
Questi pensieri non riguardavano l'autore, bensì il proprietario del libro. Chissà chi era, uomo o donna, giovane o vecchio, aveva scelto il libro o glielo avevano regalato, e soprattutto: l'aveva letto, tutto, in parte, per niente? Perché un libro è per metà di chi lo scrive e per metà di chi lo legge. Ogni lettore ricrea con le sue emozioni, riflessioni, ricordi la vicenda che sta leggendo, quindi ogni libro è uno e mille, illuminato a macchia di leopardo dall'interazione con il lettore.
L'autore mi intrigava meno, anche perché so chi è: un tipo lungo, allampanato, miope, con l'eterna pipa in bocca, grande narratore orale, di quelli alla Paolini che, se salgono su un palco e incominciano a raccontarti la storia di una gallina, ti calamitano e ti incantano. Ricordo un viaggio in treno con lui in cui si parlava della maternità di Maria nel Corano, anzi ad essere sinceri uno parlava e l'altro ascoltava. Bene, una mattina presi il coraggio a due mani e con il libro mi recai sulla spiaggia dove l'avevo trovato

2 commenti:

  1. Ciao!
    Volevo avvisarti che ti ho nominato per il Boomstick Award: http://www.librialcaffe.blogspot.it/2015/06/boomstick-award-2015.html
    Spero sia cosa gradita
    ciao
    Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille! Sei stata gentilissima :D

      Elimina