Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

29 marzo 2015

RECENSIONE: Città di Carta, John Green.

   Buonasera miei piccoli lettori! Ho appena terminato questo meraviglioso libro e non vedevo l'ora di tornare a casa per poter parlarne con voi. Sto parlando di Città di Carta di John Green. Dello stesso autore ho letto soltanto Colpa delle Stelle, che mi è piaciuto tantissimo per la storia d'amore e la tematica trattata; dopo aver terminato questo volume, però, mi sono resa conto che Città di Carta ha superato di gran lunga le mie aspettative aggiudicandosi il primo posto tra i preferiti del 2015, almeno per ora.

Titolo: Città di Carta
Autore: John Green
Prezzo: € 14,00
Dati: 2014, 391 p., tascabile
Editore: Rizzoli

TRAMA
   Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un'inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all'improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un'avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l'hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l'ultima.

RECENSIONE
«All’inizio siamo navi inaffondabili. Poi succedono delle cose: ci perdiamo, ci facciamo male. E lo scafo comincia a creparsi. Ma una volta che lo scafo va in pezzi, la luce entra ed esce, ed è solo in quei momenti che vediamo davvero noi stessi, e gli altri.»

   Tutto inizia quando un giorno Quentin e Margo trovano il cadavere di Robert Joyned morto suicida nel parco. Da quell'episodio in poi i due ragazzi iniziano ad allontanarsi prendendo strade diverse. A distanza di qualche anno, una notte Margo appare alla finestra di Quentin e lo trasporta all'interno di un'avventura che li vede complici di una vendetta nei confronti di tutti quelli che si erano messi contro la ragazza o che le avevano fatto un torto. La mattina seguente Margo scompare ma lascia dietro di sè numerosi indizi che possono essere indirizzati soltanto ad una persona: Quentin. 

   Il romanzo è diviso in tre parti: I Fili, L'Erba, La Nave.
La prima parte racconta l'avventura notturna di Margo e Quentin. Io l'ho interpretata come un tentativo di Margo di chiudere ogni collegamento con il passato per potersene andare definitivamente senza avere rimpianti.
La seconda parte racchiude lo sforzo di Quentin, Ben e Radar nel cercare gli indizi lasciati da Margo prima di scappare e tutto sembrerebbe portare ad un itinerario. 
La terza parte non è suddivisa in capitoli ma in ore. Infatti, è racchiuso il lungo viaggio Orlando - Agloe, una sfida contro il tempo. Il viaggio infatti è stato perfettamente organizzato, sebbene fosse un viaggio improvvisato. Quentin, Ben, Radar e Lacey decidono di saltare la cerimonia del diploma per partire alla volta di Agloe con la speranza di trovare Margo ancora viva. 

   Tutta la storia gira intorno a questa metafora della Città di Carta: «Ecco il brutto: da quassù non vedi la ruggine, la vernice scrostata, ma capisci che razza di posto è davvero. Vedi quanto è falso. Non è nemmeno di plastica, persino la plastica è più consistente. E’ una città di carta. Guardala, Q: guarda tutti quei viottoli, quelle strade che girano su se stesse, quelle case che sono state costruite per cadere a pezzi. Tutte quelle persone di carta che vivono nelle loro case di carta, che si bruciano il futuro pur di scaldarsi. Tutti quei ragazzini di carta che bevono birra che qualche cretino ha comparto loro in qualche discount di carta. Cose sottili e fragili come carta. E tutti altrettanto sottili e fragili. Ho vissuto qui per diciotto anni e non ho mai incontrato qualcuno che si preoccupasse delle cose che contano davvero.»

Quentin pensa di sapere quali sono le cose che contano davvero: andare al college, crearsi una famiglia, avere dei figli... La differenza tra di loro è che Quentin pensa al futuro mentre Margo vive la vita per come viene, pensa all'adesso. Non vuole una vita giusta in una città piatta in cui, una volta tornata, non ne sarebbe più uscita.
La trasformazione di Margo si intravede nell'affermazione che segue: «La verità è che tutte le volte che sono salita in cima al SunTrust Building, compresa quella volta con te e ho guardato giù, non ho pensato che quello che vedevo fosse di carta. Guardavo giù e pensavo che quella di carta ero io. Ero io la persona leggera e facile da piegare, non gli altri. E qui sta il problema.»

   Quentin capisce che la Margo che tutti conoscono non è la vera Margo: c'è una Margo che ascolta un sacco di musica, la Margo che conoscono i suoi genitori, la Margo che pensa di conoscere Quentin... Ma la domanda è: Chi è la vera Margo? Chi la conosce davvero?


   Questo libro mi ha fatto morire dal ridere: dalla collezione di babbi natale di colore allo scambio di battute. Apprezzo moltissimo lo stile di John Green, riesce a tenere il lettore incollato alle pagine senza il minimo sforzo. Più volte mi sono promessa che avrei chiuso il libro alla fine di un determinato capitolo ma non ci sono mai riuscita e l'ho divorato nel giro di due giorni. Dell'autore, infatti, amo la scelta del linguaggio, semplice e scorrevole, questa sua capacità di trattare tematiche molto importanti in modo "soft"...
Ad essere sincera, mi aspettavo una fine diversa; pensavo avesse un finale drammatico che mi avrebbe trascinata in un tunnel senza uscita. 

   Come in Colpa delle Stelle troviamo all'interno la presenza di una raccolta di poesie: Foglie d'erba. Le parti evidenziate fanno parte de Io canto di me stesso, poesia che farà a Quentin da guida per trovare Margo. 


Voto:

22 marzo 2015

Suzie Moore e il nuovo viaggio al centro della terra.

 Il giorno tanto atteso è arrivato: Anita ci ha rivelato la copertina del suo romanzo "Suzie Moore e il nuovo viaggio al centro della terra".
Dopo settimane di sofferenze in cui ci ha riempito di indizi possiamo finalmente avere davanti agli occhi la meravigliosa copertina.
Il romanzo uscirà in formato ebook il giorno 1 aprile 2015 da Dunwich Edizioni, e successivamente sarà disponibile anche in formato cartaceo.
Non vedo l'ora di averlo tra le mani e di immergermi all'interno delle sue pagine.
Buona fortuna, e Stay in Blue ❤


TRAMA
 Suzie Moore non è una ragazza come tutte le altre. Si veste in modo strano, è cinica e odia le persone. È nata in Illinois ma vive a Roma, dopo che la sua famiglia è morta tragicamente in una bufera di neve. Ama la musica ma non la scuola. Tuttavia proprio un libro cambierà per sempre la sua vita. Nascosto nel computer del preside della Scuola Americana di Roma, troverà un misterioso file che le darà accesso a un mondo di fantasia: quello descritto da Jules Verne nel suo Viaggio al Centro della Terra. Vivrà così un'avventura incredibile, al fianco del folle professor Lidenbrock e del giovane nipote Axel, il cui fascino metterà in crisi persino il suo cuore. Da Amburgo all'Islanda, dalla vetta del monte Sneffels alle profondità della Terra e là, dove Jules Verne non è mai andato e dove il confine tra finzione e realtà è un orizzonte quasi invisibile. E mentre la vita di tutti i giorni continua a scorrere, tra scuola e amici, delusioni e piccole e grandi conquiste, qualcosa dentro di lei - in un mondo diverso - le darà le giuste lezioni per superare le sue paure.

17 marzo 2015

SPRING TIME BOOK CHALLENGE

La challenge si svilupperà dal 6 al 19 aprile.

1) Rilettura di un libro terminato in passato: Città di Ossa - City of Bones (Cassandra Clare)

2) Lettura di un libro che abbia come tema la primavera o che abbia qualche riferimento ad essa sulla copertina o nel titolo: Le avventure di Peter Pan (Barrie)

3) Un libro che abbia una trama leggera nella quale sia inclusa una storia d'amore: Città di Carta (John Green)

4) Un libro che concluda una serie o che sia uscito recentemente:  Allegiant (Veronica Roth)

5) Un libro che leggeresti sotto ad un albero in fiore: La favolosa vita di Henry N. Brown orsetto centenario (Anne Helene Bubanzer)

6) Un libro che vuoi leggere in attesa dell'estate e che ti faccia sentire meno la mancanza del caldo che avanza: Wings (Aprilynne Pike)


Vi lascio qui sotto i link delle ragazze che hanno avuto questa meravigliosa idea!

SPRING TIME BOOK CHALLENGE - itsmemartin
SPRING TIME BOOK CHALLENGE - misstortellino
SPRING TIME BOOK CHALLENGE - spiccycullen

13 marzo 2015

Che lettore sei?

Oggi mi sono divertita a stilare una lista dei vari tipi di lettori. Voi in quali vi riconoscete? 

APPASSIONATI : Gli appassionati sono i lettori più fedeli, quelli che si immergono completamente nella lettura e vivono negli infiniti mondi dell'immaginazione senza lasciarli mai. Sono quelli che non riescono a fare una classifica tra i libri preferiti, che ricordano ogni particolare e non perdono l'occasione di parlarne.

COLLEZIONISTI : I collezionisti seguono i membri della prima categoria, chi è un collezionista deve per forza essere un appassionato. Ci sono lettori che amano collezionare le diverse edizioni di una saga o di un libro, i collezionisti di libri di uno stesso autore e quelli che amano avere qualsiasi tipo di gadget della propria saga preferita.

LETTORI DEL BAGNO : Questa categoria preferisce leggere in momenti piuttosto bizzarri, ovvero, al bagno. Tenere un libro in bagno può sempre tornare utile nei momenti di bisogno. Ehm ehm...

ACCUMULATORI : I lettori accumulatori sono quei lettori che continuano a comprare libri anche se ne hanno 50 ancora da leggere, sono quelli che continuano a comprare anche se non hanno pià scaffali liberi, "tanto il posto si trova".

DIVORATORI : I divoratori sono quei lettori che finiscono i libri in pochissimo tempo, spesso anche in un giorno e poi bramano il seguito. Si potrebbe pensare che leggere un libro in così poco tempo non ti permetta di gustarlo al meglio, ma invece non è così. Chi usa questo metodo si immerge completamente nella lettura e non ammette pause.

RIVISTE MANIA : Sottocategoria di lettori, ma non meno importante. Ne fa parte chi ama sfogliare riviste. Questo gruppo legge per svago, curiosità o semplicemente per noia.

MODA CHE PASSIONE : Il numero di questo tipo di lettori è in continuo aumento. Per fare un esempio possiamo prendere in considerazione la trilogia di Hunger Games. Prima dell'esistenza dei film il numero di fans della saga era notevolmente basso, dall'uscita del primo film in poi, invece, moltissime persone hanno comprato i libri perchè in quel momento andava di moda leggere Hunger Games.

COPERTINOMANI : Gli amanti delle copertine alcune volte non considerano neanche la trama se vengono conquistati dall'immagine. La cosa che li preoccupa maggiormente è di scegliere un libro con una brutta copertina che stoni nella libreria. Il lato negativo di questo tipo di lettore è il rischio di comprare un libro bello esteticamente ma che non segue i propri gusti. Mai giudicare un libro dalla copertina. 


Spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto. 
Lettere d'inchiostro.

10 marzo 2015

RECENSIONE: Die for me, Amy Plum

Titolo: Die For Me
Autore: Amy Plum
Prezzo: € 14,00
Dati: 2014, 409 p., rilegato
Editore: DeA








TRAMA
   Mi chiamo Kate, ho sedici anni e ho visto morire i miei genitori in un terribile incidente d'auto. Da quel momento niente è più stato come prima. All'improvviso, mi sono ritrovata con il cuore infranto e la vita impacchettata in una valigia, costretta a lasciare tutto per trasferirmi a casa dei miei nonni. A Parigi. E lì ho incontrato Vincent. Bello, misterioso e spaventosamente affascinante, Vincent Delacroix è apparso dal nulla e ha sconvolto il mio mondo. Di nuovo. Perché Vincent non è un ragazzo come gli altri. Dietro ai suoi occhi blu come il mare si nasconde un segreto che affonda le radici nella notte dei tempi. Un segreto che lo costringe a mettere in pericolo la sua vita ogni giorno, per sempre. Così, proprio ora che le cose sembrano andare finalmente per il verso giusto, mi trovo davanti a una scelta difficilissima: devo proteggere ciò che ancora rimane della mia esistenza - e della mia famiglia - oppure rischiare tutto per un amore impossibile?



RECENSIONE
   Il mondo di Kate è già stato stravolto una volta dopo l'incidente che le ha portato via i genitori. Con la sorella è costretta a trasferirsi a Parigi a casa dei nonni. La sua vita sembra riprendersi fino a quando incrocia un ragazzo dai capelli neri, Vincent. Questo incontro le cambierà la vita e la farà entrare in un mondo sconosciuto, fatto di morte e di sacrifici. Vincent è un Revenant: apparentemente ha 19 anni, ma la verità è che il suo destino ha deciso per lui. Infatti, deve passare la sua esistenza sacrificandosi per salvare le vite umane. Ogni volta che muore al posto di un umano, dopo tre giorni di dormienza torna ad avere 19 anni, l'età in cui è morto la prima volta. Come lui tutti i suoi famigli.
Oltre ai Revenants buoni, ovviamente, ci sono anche quelli cattivi chiamati Numa. I membri di entrambi i gruppi devono essere bruciati per morire definitivamente e non tornare più in vita.
Per quanto riguarda la storia d'amore, tutto sembra una favola. Ragazzo perfetto, città perfetta... Vincent è disposto a sopprimere la sua natura e l'istinto di sacrificarsi per amore di Kate, ce la farà?

«Ma hai visto passare ottantasette anni. Hai ottantasette anni di vita alle spalle.»
«Se questa la chiami vita» ribatté scuotendo la testa. «Non è altro che un compromesso. Mi comporto come una sorta di angelo custode votato alla morte, e in cambio ottengo una versione contorta dell’immortalità.»

   La storia d'amore tra i due ragazzi mi ha ricordato quella in Twilight: lui un essere sovrannaturale con molti anni in più dietro le spalle, con una famiglia che in realtà non è la sua famiglia ma un gruppo di persone che condividono la stessa storia e la stessa natura; lei una semplice ragazza che sembra accettare tutta questa cosa in modo troppo semplice.  Per quanto riguarda i personaggi secondari, l'autrice non si è soffermata abbastanza per permetterci di inquadrarli meglio.

Dal romanzo emerge la conoscenza profonda della città, e ciò deriva dal fatto che la stessa autrice abbia vissuto a Parigi. Questo romanzo mi ha stregata e durante la lettura mi sentivo parte del luogo. Oltre alla storia, la cosa che mi ha affascinata maggiormente è il modo in cui l'autrice, appunto, descrive i luoghi.

«Insieme ai mondi alternativi che i libri sono in grado di offrire, ho sempre considerato le tranquille sale di un museo il luogo ideale in cui rifugiarmi. Mia madre sosteneva che il mio fosse un desiderio di fuga dalla realtà… che preferissi mondi immaginari a quello reale. E in effetti sono sempre stata in grado di alienarmi dalla realtà per immergermi completamente in tutt’altro.»

Un'osservazione: Il Nonno di Kate verso la fine del romanzo alla parola "Numa" ha un sussulto, scopriremo qualcosa al riguardo nei prossimi volumi? Si svilupperà un triangolo amoroso?


Voto:
 

9 marzo 2015

Acquisti libreschi del mese di Marzo ❤

   LE AVVENTURE DI PETER PAN, Barrie.
Edizione meravigliosa Newton Compton Editori da €3.90
224 pagine.

TRAMA: "Nel momento in cui dubiti di poter volare, perdi per sempre la facoltà di farlo". E questa la ragione che spiega il mistero, semplice eppure profondo, del fascino di Peter Pan. La magia dei personaggi e delle atmosfere deriva da un'incrollabile fiducia nella forza dei sogni: con la sua freschezza e vitalità, questo strano ragazzo vola, insieme con i lettori, "dritto fino al mattino". Nel primo racconto, "Peter Pan nei giardini di Kensington", Peter è un bambino fuggito dalla culla che vive nel grande parco, tra saggi pennuti, fate e creature di sogno. In "Peter e Wendy" ha invece già raggiunto la famosa "Isolachenoncè", e affronta bizzarre avventure in quella terra fantastica, popolata da pirati, sirene, pellerossa e da un feroce coccodrillo divoratore di uomini e sveglie.



   SHADOWHUNTERS - THE MORTAL INSTRUMENTS, Cassandra Clare
Editore: Walker Books Ltd
€34.89 comprato su amazon
  


   CITTA' DI CARTA, John Green.
Rizzoli, €14.00

TRAMA: Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un'inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all'improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un'avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l'hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l'ultima.



   IL RITRATTO DI DORIAN GRAY, Oscar Wilde.
€7.00
300 pagine, formato tascabile.
TRAMA: Sicuro del suo fascino e della sua avvenenza, il bellissimo Dorian Gray conduce una vita sfrenata, fatta di piaceri e di vizi nella Londra di fine Ottocento. Gli anni passano ma il giovane sembra non essere soggetto alle leggi della natura.



    I REGNI DI NASHIRA, Licia Troisi.
Oscar Mondadori,  €13,00
Formato tascabile.


   
   LA FAVOLOSA VITA DI HENRY N. BROWN ORSETTO CENTENARIO, Bubenzer Anne H.
Sperling & Kupfer, €10,00
320 pagine.

TRAMA: Bath, 1921. La guerra è finita da poco, e Alice Sheridan è una ragazza triste. Il suo grande amore, William, non ha più fatto ritorno dal fronte, e la sua vita non è più quella di prima. E per questo che un giorno, all'ora del tè, Alice decide di prendere ago e filo e mettere insieme i pezzi di un nuovo amico: due bottoni per gli occhi, un batuffolo di cotone per il naso, ed ecco Henry N. Brown, orsetto di peluche. Un orsacchiotto diverso dagli altri: perché Alice gli ha cucito dentro un segreto. Un minuscolo segreto di metallo che lei chiama amore. Comincia così la storia di Henry, che, da allora, di amore ne ha dato e ricevuto, durante i lunghi anni in cui è passato di mano in mano: la sua esistenza è stata ricca, curiosa, piena di incontri. Ovunque sia approdato, ha conquistato adulti e bambini con il suo sguardo tenero e sapiente e l'incrollabile capacità di ascoltare. Ha visto la guerra e il suo furore, ha conosciuto le grandi città d'Europa e ha avuto moltissimi amici: dal piccolo Robert con cui condivise una spericolata infanzia parigina, a Marlene che lo regalò al fidanzato in partenza per il fronte russo, a Nina, bambina ammalata nell'Ungheria sovietica. Senza mai dimenticare la sua prima amica, che gli fece il regalo più importante. E così, oggi, Henry ci racconta la sua storia. Che è soprattutto una storia d'amore: quello che gli è stato cucito dentro il primo giorno, il filo rosso della sua lunga vita.


    RACCONTI DEL TERRORE, E.A. Poe
Newton Compton Editori, €0.99 
125 pagine.
TRAMA: Quella che avete davanti è una raccolta di racconti di paura che vi prenderà alla gola e vi segnerà per sempre. Leggerete di case lugubri, color del piombo, circondate da paludi silenziose ed esalazioni pestilenziali, di navi fantasma che solcano i mari da secoli ormai e si gettano negli abissali vortici dell'oceano, giù fino al centro esatto della Terra. Leggerete di persone murate vive quasi per capriccio, di altre seppellite ancora vive per sbaglio, e di amori che vincono la morte... Se state cercando le storie più terrificanti di sempre, le avete trovale. Il volume è corredato da esclusivi contenuti extra, spunti e approfondimenti nella cultura contemporanea: film e serie TV, musica, arte, libri, fumetti e graphic novel.


   IL RICHIAMO DELLA FORESTA, Jack London.
Newton Compton Editori, €1.90 
125 pagine.
TRAMA: La vita di Buck, cane di razza abituato al clima mite e alla tranquillità degli Stati Uniti del Sud, ha un'improvvisa svolta quando, per una scommessa persa, è venduto e spedito al Nord, come cane da slitta. Piegato all'obbedienza da un esperto allevatore, riesce a far fronte alle nuove esigenze e a sopravvivere alle privazioni e al clima inclemente. Ma qualcosa è cambiato in lui: nel suo comportamento riaffiorano istinti sopiti. Buck sente crescere, sempre più forte, il contrasto tra natura e educazione, tra amore per il padrone e slancio incontenibile verso la libertà, i vocaboli da usare e quelli da evitare. Insomma, biasimando ogni eccesso, l'autore incarna il culto della proporzione proprio del Rinascimento.


    DIECI PICCOLI INDIANI, Agatha Christie.
Oscar Mondadori, 7.25
176 pagine.
TRAMA: Dieci persone estranee l'una all'altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island, senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità, chi per bisogno, chi per opportunità, hanno accettato l'invito. E ora sono lì, su quell'isola che sorge dal mare, simile a una gigantesca testa, che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli. Ma hanno trovato una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto di ciascuna camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l'inizio di un interminabile incubo.










Suzie Moore - Un romanzo di Anita Book


Con mia grande felicità vi comunico che prossimamente uscirà in libreria un romanzo scritto da una ragazza fantastica che seguo sempre. Si sta facendo attendere ma sono sicura che ne varrà la pena!

SUSIE MOORE e il nuovo viaggio al centro della terra.

Ha preso ispirazione dal capolavoro di Jules Verne, Viaggio al Centro della Terra e io non vedo l'ora di leggerlo!!

Se vi va condividete la notizia con l'ashtag #suziemoore

                                             

A presto, Lettere d'inchiostro.

La lettura è un bene prezioso

La lettura è una delle cose piú importanti che fanno parte della mia vita.
Recentemente ho letto Noi siamo infinito e devo dire che assomiglio a Charlie, il protagonista, più di quanto mi aspettassi. All'inizio del libro infatti, racconta che ogni volta che termina di leggere un libro quello finisce per diventare il suo libro preferito. Questa è una situazone curiosa perchè tra tutti i libri che ho letto non riuscirei mai a trovare quello che mi è piaciuto di più o a fare una classifica, invece ogni volta che ne termino uno finisco col dire "è il libro più bello che abbia mai letto, dove sei stato tutto questo tempo? Perchè non ti ho comprato prima?".


Per avere una visione piú ampia riguardo i gusti e le motivazioni per quanto riguarda la lettura, ho deciso di fare un sondaggio in un gruppo di facebook in cui ho chiesto "perché leggi?". Tutte le risposte sono state piú o meno simili ma alcune sono davvero belle e ho deciso di farvele leggere. C'è chi scrive: Perchè posso entrare in un mondo totalmente mio, dove sono amato dalle parole e avvolto da una spirale di emozioni.
La maggior parte dei lettori vuole solamente ritagliarsi un posto per sè in cui poter dimenticare tutto ciò che non prende vita in quelle pagine, altri invece lo fanno solo come passatempo.

"Leggo per sentirmi libero."
Essere liberi di sognare, di esplorare mondi sconosciuti; la lettura permette tutto questo liberando il cuore dai pesi del mondo che conosciamo.
Chi non è un lettore non può saperlo, ma la veritá è che quelle lettere d'inchiostro che noi leggiamo hanno il potere di emozionarci, farci arrabbiare, farci provare qualcosa di bello e di vero.
"Leggo per ricordarmi di essere un essere umano, per ricordare di avere sentimenti."
"I libri sono la prova che gli uomini possono fare magie."
Tutti abbiamo un po di magia dentro di noi, si chiama immaginazione. Forse vi state chiedendo il perché di un'affermazione cosí bizzarra. È semplice, l'immaginazione può fare grandi cose: crea storie, avvenimenti, situazioni, luoghi... Se non è magia questa, niente lo è.

                                                           
                                                                                                 Lettere d'inchiostro.