Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

11 gennaio 2016

Valentine's Day Giveaway - Due chiacchiere con Antonella Maggio


Oggi vi lascio la prima intervista del blog per il Giveaway di San Valentino, restate aggiornati e avrete la possibilità di partecipare!
Di seguito troverete le risposte di Antonella Maggio, autrice di Un'estate a Rimini per innamorarsi.




1) Che rapporto hai con l’amore?
L’amore è un’arma a doppio taglio ed io sono spesso una persona incostante. Prometto sempre a me stessa di non lasciarmi intimorire o rendere debole dai sentimenti, poi crollo sotto il peso dell’amore. Dipendo dall’amore più di quanto io voglia ammettere e infondo mi sta bene così, perché se spesso lo rinnego, dentro di me so per certo che l’amore può tutto. Ha fatto miracoli anche con me :P

2) È stato difficile per te scrivere la storia d’amore del tuo libro? Qualcosa o qualcuno ti ha dato ispirazione?
Un’estate a Rimini per innamorarsi è stato per me un esperimento, mi lasciavo alle spalle il genere fantasy per immergermi nel rosa. La mia fonte d’ispirazione sono state due canzoni di Francesco Regna, “Il mio giorno più bello nel mondo” e “Vivendo adesso” che hanno dato vita nella mia testa a una storia on the road tutta all’italiana. E poi desideravo raccontare la delusione vista con gli occhi di un uomo, perché diciamocelo, non solo noi donne soffriamo quando finisce un amore ma la storia si è complicata e poi si è scritta da sé, decretando quello che adesso è il mio genere di scrittura. Adoro scrivere romance e penso che continuerò su questa strada, anche se non è escluso che possa fare altri esperimenti.

3) Come pensi che si siano modificati i rapporti d’amore nel corso del tempo? (puoi anche fare esempi di grandi storie d’amore di grandi classici)
Beh, l’amore come tutti i sentimenti ma come la vita in generale, cambia di generazione in generazione. Io, ad esempio, se penso a una storia d’amore, quella con la A maiuscola, mi ritrovo a immaginare i miei nonni. Mio nonno non riusciva più a riconoscere i nipoti a causa dell’Alzheimer, ma la malattia nulla ha potuto per cancellargli il volto e il nome di mia nonna, sua moglie, la compagnia di una vita. Oggi è ancora così? Francamente non lo so e quello che si vede e sente in giro non è molto rincuorante, ma io non demordo, continuo a crederci e lo scrivo.

4) Come ti sei avvicinata alla scrittura?
La scrittura è nata con me, ma all’inizio la tenevo a bada, quasi prigioniera perché credevo di poter fare altro, volevo fare altro ma la vita mi ha spezzato le ali e costretto a fare un passo indietro. Ora la ringrazio perché senza la scrittura sarei persa, è la mia necessità, uno dei miei bisogni primari.

5) Che tipo di lettore sei?
Sono una lettrice che sta imparando a leggere un po’ di tutto, anche se i miei generi preferiti sono il romance e il fantasy. Adesso, lontana dalle letture imposte durante gli anni di scuola, sono finalmente libera di scegliere da me cosa leggere e preferisco decisamente le letture leggere, quelle rilassanti, che permettono di viaggiare con la fantasia o sognare ad occhi aperti per guardare oltre la realtà e poi, con l’avvento degli e-book e del Kindle, ho sempre tanti libri da leggere e l’imbarazzo della scelta.

6) Che messaggio vuoi dare ai lettori che leggeranno il tuo libro?
In tutte le mie storie c’è sempre un significato, un messaggio di speranza e di amore. Un’estate a Rimini per innamorarsi racconta la storia d’amore di due ragazzi italiani, entrambi pugliesi come me. Quando l’ho scritto volevo alzare in alto la bandiera del paese, mostrare che anche nella nostra terra è possibile ambientare storie romantiche e divertenti, volevo raccontare di un ragazzo che ha sentimenti e soffre, di due persone che si incontrano e complice il destino e un’estate indimenticabile, si riscoprono anime gemelle. L’esperimento è riuscito alla grande e presto Vito e Camilla torneranno sulla scena con una nuova storia.

7) Hai un rituale di scrittura?
Il mio rituale di scrittura? Prima di iniziare una nuova storia, sono solita afferrare l’agendina e scrivere tutti i nomi femminili e maschili che più mi piacciono, poi i cognomi e giocare con gli accostamenti e i suoni. Senza questo piccolo passaggio non riesco ad andare avanti.

8) Ci sono aneddoti in particolare che puoi raccontare riguardo al tuo libro? (che riguardano la sua scrittura, la pubblicazione o altro?)
Un’estate a Rimini per innamorarsi nasceva con un altro titolo: “A Rimini con la sposa”. Poi ho ripreso in mano il testo per creare una seconda edizione e ci sono stati molti cambiamenti. Tra l’altro il libro nasceva come autoconclusivo, non era previsto il seguito che uscirà a breve, richiesto proprio dai miei lettori. Vi svelo anche una piccola curiosità: nel prossimo romanzo ce ne saranno delle belle, nuovi personaggi, alcuni dei quali anche reali.

9) Cosa ti ha lasciato questo libro oltre alla soddisfazione di vederlo pubblicato?
Devo essere sincera, non avrei mai creduto che i lettori potessero affezionarsi e amare Vito e Camilla come li amo anche io, forse perché sono due ragazzi comuni, perché in loro è facile immedesimarsi, condividere pensieri e gioie, paure e sogni.

10) Una citazione che ami particolarmente (possibilmente d’amore tua o di altri)
“È l’amore che genera la vita, è l’amore che ci rende migliori, che ci rende umani, che fa battere il nostro cuore e ci fa sentire vivi.” Tratto da Manchi solo tu – Antonella MaggioButterfly Edizioni

5 commenti:

  1. Bella intervista e due canzoni come fonti di ispirazioni davvero niente male.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Devo essere sincera di Antonella ho tutto quello che ha pubblicato ho acquistato tutto anche se ho letto solo Profumo d'amore a New York ma mi ha talmente conquistato che gli altri li ho presi a scatola chiusa quasi senza leggere la trama mi piace come scrive e quindi devo solo leggerli uno a uno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania <3 Grazie davvero, spero di non deludere le tue aspettative :*

      Elimina
  3. Grazie a Caterina per avermi ospitato sul suo bellissimo blog <3

    RispondiElimina