Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

23 marzo 2016

BLOGTOUR - Gli occhi del tuo cuore: I Personaggi

Buongiorno a tutti! Oggi il blog ospita una tappa speciale del Blogtour dedicato a Gli occhi del tuo cuore, un romanzo di Alessandra Cigalino. Grazie ad una piccola intervista possiamo conoscere i personaggi principali: Jack e Helen. L'autrice ha gentilmente messo a disposizione una copia digitale per il giveaway (trovate tutte le indicazioni alla fine dell'articolo).



1) Ogni scrittore mette un po' di se stesso in ciò che scrive. Qual è il personaggio che ti rispecchia maggiormente e in cui ti identifichi di più?
Per quanto riguarda Gli occhi del tuo cuore, senza ombra di dubbio, il personaggio nel quale mi identifico maggiormente è Helen, in quanto, nonostante le difficoltà della vita, è riuscita con coraggio a far valere le sue convinzioni, i suoi desideri, i suoi sogni. Ciò che lei stessa afferma è proprio la lotta, prima di tutto, con se stessi per poter affrontare il mondo. Lei stessa dice che non bisogna abbattersi mai, ma cercare di trovare la strada giusta da seguire. Anche se il buio la farà da padrone, si potrà seguire il cammino con gli occhi del cuore.
Tuttavia, in Jack rivedo molto il mio senso di protezione, dato che lui sarebbe pronto a difendere Helen in qualsiasi modo possibile ed impossibile, oltrepassando ogni tipo di barriera e ogni tipo di ostacolo. Mentre, se proprio devo essere sincera, il personaggio nel quale mi identifico in modo assoluto è Elizabeth, la protagonista della mia Saga di Infinity... ma questa è un’altra storia...

2) Quali volti noti trovi adatti ai personaggi principali?
Sinceramente, dopo aver creato i miei personaggi, devo sempre fare una ricerca accurata tramite il web, per cercare di almeno “avvicinarmi” alle caratteristiche che ho creato in loro. Tuttavia, credo che per Jack si possa chiedere in “prestito” il volto di Jake McDorman, mentre per Helen quello dell’attrice Jennifer Carpenter.

3) "Gli occhi del tuo cuore" è il primo volume di una serie. I personaggi saranno presenti in tutti i volumi della serie oppure ogni volume si focalizzerà su qualche personaggio in particolare?
Ogni volume sarà atuconclusivo, pertanto, in ogni storia vi saranno protagonisti differenti, permettendo comunque un’interazione con gli altri personaggi già conosciuti in precedenza.

4) Ho trovato molto bella e originale l'idea di mettere una citazione all'inizio di ogni capitolo. Quali citazioni pensi possano racchiudere al loro interno l'essenza dei personaggi principali? 
Per quanto riguarda Jack, avrei scelto questo aforisma:
“Si può sconfiggere il generale che comanda tre armate, ma non si può smuovere la ferma volontà di un uomo semplice.” (Confucio)
Mentre per Helen, avrei scelto questo:
“Una donna forte si riconosce al primo sguardo, […] sa sorridere con l’intero volto quasi senza muoverlo… e ti fa stare bene per il semplice fatto di esserti accanto. Una donna forte colora le tue giornate e ti trasforma… in una persona forte!” (Stephen Littleword)
A parer mio, entrambi sono al quanto adatti sia per il capo squadra della S.P.Y., che per la ragazza timida che non conosce la potenza del suo cuore.


GIVEAWAY

Per partecipare al giveaway e provare a vincere una copia digitale del romanzo è necessario seguire qualche semplice regola:

Scrivere "Partecipo e Condivido" nell'evento (basta accedere cliccando a questo link: https://www.facebook.com/events/1020217444711678/ )

Condividere l'evento (riferimento alla regola precedente) taggando almeno tre persone.

Mettere mi piace alla pagina facebook S.P.Y Series

Entrare in ogni blog che collabora a questo tour e diventare "lettori fissi":
Il blog delle lettrici compulsive
Libri che porto con me
* Lettere d'inchiostro
Questione di Libri
Amore per i libri
Diario di un sogno

Commentare le varie tappe del Blogtour.

IL GIORNO 26 MARZO, ALLE ORE 15;00, TERMINERA' IL BLOGTOUR CON L'ESTRAZIONE DEL NUMERO FORTUNATO CHE SI AGGIUDICHERA' LA COPIA DEL LIBRO!

16 marzo 2016

BLOGTOUR - Fra me e Te: I Personaggi


Eccoci qui con la terza tappa del blogtour dedicato a "Fra me e te", un romanzo di Marco Erba in uscita il 17 marzo 2016. Oggi parliamo dei personaggi principali: Edoardo e Chiara, due ragazzi con caratteri e interessi opposti che faranno da voci narranti per tutto il corso del romanzo. Ma prima di scoprire qualcosa in più sul loro conto, vi svelo le tappe del blogtour. Le modalità per poter partecipare al giveaway e avere la possibilità di vincere una copia cartacea del romanzo saranno elencate alla fine. 







14.03 – Words of books: Presentazione blogtour
15.03 – Le recensioni della libraia: Alcuni estratti del romanzo
16.03 – Lettere d'inchiostro: Presentazione dei personaggi
17.03 – Devilishly Stylish: Intervista all'autore
18.03 – Bosco dei sogni fantastici: Playlist


CARTA D'IDENTITÀ
Nome: Edoardo
Caratteristiche fisiche: Biondo, occhi azzurrissimi, capelli ricci e corti.
Tratti caratteriali: Solitario, silenzioso e introverso. Odia gli stranieri, soprattutto i cinesi perché li incolpa di aver causato un grave danno psicologico al padre. È convinto di sapere tutto e crede nel destino.
Rapporto con la famiglia: I suoi genitori sono separati e vive con la madre con cui non ha un buon rapporto. Tiene sempre con sé due tartarughine portafortuna, simbolo del legame con il padre che considera il suo eroe.
Rapporto con la scuola: Il suo rapporto con la scuola è sempre stato buono, gli piace soprattutto la matematica.
Rapporto con le persone: Non interagisce molto con le persone ma cerca sempre di stare per i fatti suoi.
Fonte di ispirazione: Ha come personaggi modello Ettore e Hitler, pensa di poter essere forte come loro.
Situazione sentimentale: Innamorato platonicamente di Giulia.
Metamorfosi: Durante il corso della narrazione abbiamo la possibilità di osservare Edoardo e accompagnarlo durante la sua crescita psicologica. All'inizio indossa una maschera che lo presenta come un ragazzo taciturno e solitario che si impegna a scuola, mentre, in un secondo momento, ci viene mostrata una sua nuova versione e lo troviamo nelle vesti del ragazzo ribelle che se ne infischia delle regole e delle conseguenze delle sue azioni. La trasformazione della sua personalità sarà la svolta decisiva, perché il cambiamento darà libero sfogo al caos che gli vortica dentro e lo aiuterà a capire i propri errore per diventare, poi, una persona migliore.

«Io mi spezzo ma non mi piego. Come Ettore nell'Iliade, il mio mito, il mio modello di vita.»

Edoardo pensa che l'apparenza sia fondamentale e che la prima impressione sia quella decisiva, il ché lo rende abbastanza superficiale. Ha l'abitudine di soprannominare le persone in modo bizzarro facendo riferimento a film e personaggi celebri.  
Il suo personaggio dimostra come le persone cerchino sempre di incolpare qualcuno quando accade qualcosa di spiacevole senza un motivo ben preciso.


CARTA D'IDENTITÀ
Nome: Chiara
Caratteristiche fisiche: Occhi azzurri, naso affilato e viso ovale.
Tratti caratteriali: Timida, introversa.
Rapporto con la famiglia: Vive con il padre con cui ha un bellissimo rapporto, almeno finché alcuni segreti non arrivano a bussare improvvisamente alla sua porta.
Rapporto con la scuola: Va bene a scuola ed è considerata dai professori una studentessa modello.
Rapporto con le persone: Parla poco e fa fatica a fare amicizie perché considera il mondo esterno troppo diverso dal suo mondo interiore.
Fonte di ispirazione: Lucrezia, la ragazza più popolare della scuola.
Situazione sentimentale: Innamorata dell'idea dell'amore.
Metamorfosi: La metafora del bruco che diventa farfalla è perfetta per Chiara. Il suo personaggio all'inizio appare tranquillo e timido (bruco); poi, indossa ciò che può essere definita una maschera per dare agli altri l'impressione di avere di fronte un'altra versione di Chiara (crisalide); alla fine, dopo essere maturata ed essersi accorta di ciò che veramente è importante, è pronta a vivere (farfalla).

A scuola viene presa in giro continuamente da alcuni bulli e deve sopportare gli sguardi e le umiliazioni da parte di chi, ingiustamente, la considera un bersaglio debole.

«Chi ti prende in giro non lo sa quanto ti fa male: per loro sei solo un passatempo sadico, un insetto da torturare il più possibile e poi da mollare lì. Per te invece ogni risatina, ogni parola cattiva è una cicatrice indelebile, come un marchio a fuoco.»

Si sente diversa dagli altri, troppo chiusa e sensibile per vivere in un mondo così diverso da lei. Lucia, la sua migliore amica, rappresenta la prima versione di Chiara che troviamo per un breve periodo all'inizio della narrazione. Questa figura poi viene sostituita da Lucrezia, una personalità completamente opposta, che farà prendere a Chiara una strada diversa.

«Due mondi differenti, solo lontanamente imparentati tra loro.»

Chiara rappresenta tutte quelle persone disposte a cambiare per qualcuno o semplicemente per essere accettati. Sembra dimenticarsi della persona che era un tempo, delle amicizie, degli scout e di tutte quelle cose che era abituata fare, per diventare una persona nuova.

«Io sono un bruco sognatore. Così mi sento: una creatura che deve mutare completamente e che non sa come né quando avverrà la trasformazione.»


I due personaggi principali sono ben caratterizzati ed entrambi, durante il corso del romanzo, intraprendono un percorso psicologico che li cambia, un percorso che li porta ad accettare prima di tutto sé stessi e ciò che sono, per arrivare poi ad accettare gli altri.
Ciò che entrambi i personaggi imparano è l'importanza del perdono e l'esigenza di essere sinceri, condizioni fondamentali per mantenere i rapporti con gli altri.
Edoardo e Chiara sono come due barche che viaggiano su fiumi paralleli che sembrano non incrociarsi mai. Si intravedono ma non riescono ad incontrarsi. Poi, quasi nello stesso momento, i fiumi iniziano ad incresparsi e a virare l'uno verso l'altro. In qualche altro momento invece cambiano nuovamente strada per finire a scorrere in luoghi lontani. Sfoceranno mai nello stesso mare?


REGOLE PER PARTECIPARE AL GIVEAWAY



  • Diventare lettori fissi dei blog che ospitano il blogtour [Words of books - Le recensioni della libraia - Lettere d'inchiostro - Devilishly Stylish - Bosco dei sogni fantastici].
  • Mettere MI PIACE alla pagina di Rizzoli
  • Commentare tutte le tappe

  • a Rafflecopter giveaway

    1 marzo 2016

    RECENSIONE: Switched - Il segreto del regno perduto di Amanda Hocking - "Domino Letterario"


    Titolo: Switched - Il segreto del regno perduto
    Autore: Amanda Hocking
    Editore: Fazi/Lain
    Prezzo: €12,00
    Pagine: 334
    Trama: Wendy Everly sa di essere diversa dalle altre ragazze, ha scoperto di possedere un potere oscuro che le permette di influenzare le decisioni altrui, un potere segreto che non può rivelare a nessuno. La scuola della piccola cittadina di provincia in cui si è trasferita con la famiglia, le sta stretta, il rapporto con la madre è conflittuale, tutto sembra insopportabile finché una notte si presenta alla finestra della sua stanza il misterioso e affascinante Finn, da poco in città. L'arrivo di Finn sconvolge il mondo di Wendy. Questo strano ragazzo possiede la chiave de suo passato e le risposte sui suoi poteri e rappresenta la porta d'accesso a un luogo che Wendy non avrebbe mai immaginato potesse esistere.


    RECENSIONE
    Quando pensiamo ai Troll li immaginiamo di grandi dimensioni, brutti e malvagi. E se invece vivessero tra noi e avessero le sembianze degli esseri umani?
    Switched è il primo volume di una saga che gira attorno alla figura dei Troll, chiamati Trylle, creature con sembianze umane e poteri soprannaturali.

    Wendy abita con la zia e il fratello a causa dell'allontanamento della madre che aveva tentato di ucciderla accusandola di non essere sua figlia. Ha un carattere difficile, un amore per i cibi naturali e la capacità di convincere le persone a fare quello che vuole solamente guardandole negli occhi. A spiegarle a cosa sia dovuta questa sua capacità è Finn, un misterioso ragazzo appena arrivato nella sua classe. Le rivelerà la sua vera natura accompagnandola in un luogo noto per essere ciò che quelli della sua specie chiamano casa.

    Ammetto di aver comprato questo libro attratta principalmente dalla copertina, mentre dalla trama non sapevo cosa aspettarmi. Non avevo mai sentito parlare di qualche saga che avesse come popolo principale quello dei Troll. La storia è molto originale ma purtroppo non mi ha coinvolto come mi aspettavo. Per certi versi mi ha ricordato la saga di Wings anche se ha tutta l'aria di essere una fiaba.

    Questo libro mi è sembrato piuttosto banale, e il motivo di base è uno solo: dà l'impressione di essere la solita storia vista e rivista che ha come protagonista una ragazza con un brutto carattere e problemi in famiglia, che inevitabilmente si innamora di un ragazzo con qualche potere soprannaturale che le rivela di appartenere ad un'altra realtà.

    La narrazione mi è parsa troppo affrettata; più che primo volume di una trilogia mi è sembrato la prima parte del romanzo in cui viene introdotto il nuovo mondo attorno al quale ruota l'intera storia. Molte cose vengono lasciate in sospeso e molte domande restano senza risposta. Interessante e originale a livello di trama ma, secondo i miei gusti, poteva essere sviluppato meglio e con qualche colpo di scena in più.
    Il messaggio che lascia trapelare l'autrice è sbagliato e a tratti superficiale. Ho trovato imbarazzante il fatto che alla ricchezza venisse data più importanza rispetto ai sentimenti. 

    Purtroppo per questo volume ho trovato più elementi negativi che positivi. È stata una lettura piacevole che mi ha tenuto compagnia, ma niente di più.