Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

30 aprile 2015

RECENSIONE: Oro Rosso, Tom Hillenbrand


Titolo
: Oro Rosso - Vivere e morire per il Sushi
Autore: Tom Hillenbrand
Collana: Biblioteca del Giallo
Pagine: 288
Prezzo: € 16,00
Data d'uscita: Marzo 2015
ISBN 9788865641101
Link per l'acquistoAmazon










TRAMA
Dal momento che lo chef lussemburghese Xavier Kieffer è apprezzato dal più celebre critico gastronomico di Francia, è sempre invitato agli eventi più esclusivi. Ma la cena lussuosa al museo d'Orsay, organizzata dal sindaco di Parigi, termina dopo l'antipasto: Ryuunosuke Mifune, il più famoso cuoco di sushi in Europa, improvvisamente muore. La diagnosi è avvelenamento da pesce. Ma Kieffer è scettico e scopre rapidamente le contraddizioni del caso. Si tuffa nel mondo della cucina giapponese rendendosi conto che ci sono pesci più costosi dell’oro - e più preziosi di una vita umana.

«Tom Hillenbrand stimola l'appetito dei lettori di thriller in modo divertente».


RECENSIONE
Il rinomato cuoco Xavier Kieffer riceve dal Sindaco di Parigi, François Allégret, un invito per una cena al palazzo d'Orsay. La serata, però, non va secondo i piani: Ryuunosuke Mifune improvvisamente crolla a terra colpito da un malore causato da avvelenamento da pesce.

Colto dal desiderio di scoprire il responsabile, Kieffer inizierà ad indagare immergendosi nella cucina giapponese e scoprendo tutto ciò che concerne il mercato del pesce.

Il lettore, quindi, lo vedrà alle prese con le ricerche per scoprire chi o che cosa ha spezzato la vita dello chef quella sera.

Il romanzo è in grado di conquistare chi ama i Gialli e i buongustai. Infatti, assistiamo a numerosi avvenimenti il cui punto focale si concentra attorno al cibo. Nel corso della narrazione riscontriamo svariati colpi di scena capaci di attirare l'attenzione risvegliando lo spirito investigativo dentro noi stessi.

Considero questo romanzo ottimo per gli amanti della cultura e cucina giapponese. 

«Per voi europei i coltelli non sono altro che utensili. Da sempre. I fabbri giapponesi, invece, in passato erano affilatori di spade. Nell'Ottocento costruivano armi per i samurai. Poi, spariti shogun e cavalieri, hanno lasciato perdere katane e wakizashi e si sono rimessi in gioco con i coltelli da cucina, continuando a forgiare anche il più stupido pelapatate come se fabbricassero una spada. Quasi fosse un'arma dalla quale dipende la vita di chi la possiede.»

L'autore si sofferma molto sui nomi delle vie e dei luoghi visitati dal protagonista. Il linguaggio utilizzato è molto descrittivo e ricco di dettagli. I personaggi, però, non vengono descritti in modo approfondito ma ci viene detto quel che basta per farci comprendere le vicende narrate. 

Ho apprezzato l'idea di mettere un Glossario che racchiude tutti i nomi di piatti giapponesi e non, con la corrispettiva traduzione; si è rivelata una scelta utile ed efficace.


Voto:

★★★½


L'AUTORE
Thomas Hillenbrand, (nato nel 1972 ad Amburgo) è un giornalista e scrittore tedesco. Ha studiato politica ed economia. Hillenbrand ha scritto per Reuters, Wall Street Journal Europe e Spiegel Online. Nel 2011 è stato pubblicato il primo romanzo Teufelsfrucht: Ein kulinarischer Krimi (Frutto del Diavolo. Un thriller culinario). Il libro è stato un best-seller per mesi ed è stato premiato in Lussemburgo come miglior debutto al Friedrich Glauser Prize. Rotes Gold (Oro Rosso), la seconda parte della serie di Kieffer, è apparso in Germania nel 2012.

2 commenti:

  1. Non vedo l'ora di averlo! E' un genere nuovo per me e non vedo l'ora di scoprirlo, inoltre da quel che leggo non sembra male! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è stata una cosa nuova, ho letto altri gialli ma questo è molto particolare :)

      Elimina