Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

25 giugno 2015

RECENSIONE: La risposta è nelle stelle, Nicholas Sparks


Titolo: La risposta è nelle stelle
Autore: Sparks Nicholas
Prezzo: €13,00
Uscita: 2013
Pagine: 422, brossura
Editore: Frassinelli

TRAMA
Una strada coperta di neve, un'auto che perde il controllo e va a sbattere. Alla guida il vecchio Ira, che ora è incastrato, ferito, intirizzito dal gelo, e così solo. Il dolore lo immobilizza e rimanere cosciente è uno sforzo indicibile, almeno fino a quando davanti ai suoi occhi prende forma una figura, prima indistinta, poi dolcemente nitida: è l'immagine dell'amatissima moglie Ruth. Che lo incalza, gli impone di resistere, lo tiene vivo raccontandogli le storie che li hanno uniti per più di cinquant'anni: i momenti belli e quelli tristi, le passioni e i rimpianti, e sempre l'amore infinito. Lui sa che Ruth non può essere lì, ma si aggrappa ai ricordi, alle emozioni, alle parole di loro due insieme. Poco distante da quella strada, la vita di Sophia sta per cambiare per sempre. L'università, l'ex fidanzato traditore e violento, le feste e le amiche scompaiono nella notte di stelle in cui incontra Luke. Innamorarsi di lui è inevitabile, immaginare un futuro diverso diventa un sogno possibile. Un sogno che solo Luke può rendere reale. Purché il segreto che nasconde non lo distrugga. Ira e Ruth. Sophia e Luke. Due coppie che apparentemente non hanno nulla in comune, divise dagli anni e dalle esperienze, ma che il destino farà incontrare, nel più inaspettato ed emozionante dei modi. Ricordandoci che anche le decisioni più difficili possono essere l'inizio di un viaggio straordinario, perché i sentimenti e i segreti degli uomini percorrono strade impossibili.


RECENSIONE
Questo è uno di quei romanzi che ti lasciano un vuoto immenso una volta terminato. E' stato come vivere intensamente ogni attimo, ogni pagina, ogni riga. Nicholas Sparks è riuscito a toccarmi nel profondo. E' come se mi avesse accarezzato il cuore e poi se ne fosse andato, lasciandomi una sensazione di vuoto ma allo stesso tempo piacevole.

Nel romanzo sono presenti due storie che scorrono parallele. La prima è quella di Ira che resta intrappolato più o meno tre giorni nella sua auto dopo aver fatto un incidente uscendo fuori strada durante una bufera di neve. Durante questo breve periodo a fargli compagnia c'è Ruth, una sorta di fantasma creato dalla sua immaginazione che lo spinge a sopravvivere e a non mollare. Si tratta di sua moglie, morta nove anni prima a causa di un infarto improvviso. Ira trova la sua ancora, ci si aggrappa e scorge in essa l'unica cosa in grado di tenerlo in vita. Molte volte considera l'ipotesi di abbandonare la speranza, ma il ricordo di Ruth riesce a rassicurarlo. Sa che lei non può essere realmente lì con lui ma ha bisogno della sua presenza, ha bisogno del suo ricordo.
La storia di Ira ci appare molto più intensa rispetto l'altra poiché i capitoli dedicati a lui racchiudono tutta la sua vita e in particolare la sua storia d'amore. Percepiamo il dolore provato dal protagonista, il dolore di perdere qualcuno che si ama profondamente e che si ha avuto accanto per tutta la vita.
La narrazione è in prima persona e Ira ci rende partecipe di tutti i suoi pensieri, sensazioni, timori. Veniamo a conoscenza della sua vita passata grazie ai dialoghi che intrattiene con Ruth e ai flashback che si susseguono continuamente.
Se esiste un paradiso, ci ritroveremo, perché non esiste paradiso senza di te.


Contemporaneamente ci viene raccontata la storia di Sophia e Luke. Sophia è una studentessa, il suo sogno è quello di lavorare in un museo, ambizione derivata dalla sua passione per l'arte. E' uscita da poco da una relazione con un ragazzo che l'ha fatta soffrire molto e che sembra essere pericoloso. Luke, al contrario, è un cowboy, vive in un ranch con la madre e per mantenersi partecipa a rodei in cui deve cavalcare tori imbizzarriti.
Il caso vuole che una sera i due si incontrino sotto un cielo ricoperto di stelle.

I capitoli narrati in terza persona si alternano spostando il punto di vista dall'uno all'altro; in questo modo possiamo conoscere più a fondo entrambe le personalità dei personaggi e i sentimenti che provano l'uno per l'altra.

Le due storie si incontrano soltanto alla fine e sebbene fosse abbastanza prevedibile, non posso nascondere che è stato come ricevere un colpo in pieno petto. Non è stata tanto la sorpresa a farmi questo effetto ma bensì il modo in cui viene raccontato.
La trama è abbastanza semplice e a tratti prevedibile, la cosa che rende speciale il romanzo è la grande componente di emozioni che riesce a regalare a chi legge queste pagine. Come potete ben capire io amo Nicholas Sparks e porto nel cuore tutti i suoi libri. 

Il romanzo ci regala una doppia visione dell'amore: da una parte abbiamo l'amore puro, l'amore di un tempo; dall'altra, invece, troviamo l'amore ai giorni nostri, un amore tra ragazzi che provengono da realtà diverse, un amore che deve affrontare ostacoli economici e non solo. Entrambi sono messi alla prova ed entrambi, con il passare del tempo e circostanze più o meno favorevoli, riescono a sbocciare.

L'autore, per questo romanzo, ha scelto di alternare le due storie suddividendole entrambe in capitoli e intitolandoli con il nome del personaggio che avrebbe fatto da voce narrante. Questa scelta, sicuramente vantaggiosa, ha fatto in modo che divorassi i capitoli per riprendere la storia precedente, e così è accaduto per tutto il corso del romanzo. 
Sebbene il volume sia abbastanza corposo, non annoia; lo stile narrativo spinge il lettore a continuare.
L'autore dà voce ad un qualcosa di così profondo e delicato utilizzando parole semplici e come ogni altro suo libro risulta coinvolgente e romantico.

L'amore non muore; la morte non potrà mai separare due cuori.

“E quando una stella cadente tracciò la sua scia nel cielo, ebbe la strana sensazione che Ira non l’avesse solo sentito, ma gli sorridesse concorde.”
Consigliato a chi crede nell'amore, quello vero. A chi non smette mai di sperare e a chi apre il proprio cuore. Ma soprattutto a chi ha amato in passato e a chi oggi ha donato il proprio cuore a qualcuno.

Voto:



9 commenti:

  1. Ciao,
    mi sono iscritta adesso adesso al tuo blog e penso ti farà piacere che hai trovato un'altra grandissima fan di Nicholas Sparks. Anch'io ho tutti i suoi libri nel cuore e questo mi è piaciuto davvero tanto, ma è un po' difficile dire quale mi sia piaciuto meno. Tutti hanno una loro singolare bellezza.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie di esserti iscritta! :)
      È sempre bello trovare persone che condividono i propri gusti, soprattutto quando si parla di libri. Nicholas Sparks è il mio preferito e neanche io riesco a scegliere, mi piacciono tutti anche se per motivi diversi.
      Un bacio

      Elimina
  2. ciao
    Sparks mi piace molto come scrittore. Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Dopo questa fantastica recensione sono ancora più invogliata a leggerlo! *-*

    RispondiElimina
  4. Sparks è uno dei mie scrittori preferiti infatti nel mio blog ne parlo spesso e trovo questo libro stupendo. Ottima recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Anche per me lo è, "I passi dell'amore" è stato uno dei primi libri seri che ho letto da piccola. <3

      Elimina
    2. Grazie mille! Anche per me lo è, "I passi dell'amore" è stato uno dei primi libri seri che ho letto da piccola. <3

      Elimina